La Corea del Sud scala la classifica mondiale delle economie più competitive

La Corea del Sud è salita di una posizione nella classifica dei paesi più competitivi del mondo, salendo al 25esimo posto, grazie ai suoi ultimi risultati economici.

Secondo il rapporto 2015 stilato dell’International Institute for Management Development (IMD), la Corea è il 25esmo Paese del mondo in termini di competitività globale tra i 61 paesi presi in esame.

L’Istituto, con sede in Svizzera, rilascia classifiche della competitività ogni anno considerando i seguenti elementi: il successo economico, l’efficienza aziendale, l’efficienza del governo e le infrastrutture.

La Corea del Sud ha ricevuto punteggi molto alti per quanto concerne l’occupazione, la tecnologia applicata all’industria ed alle infrastrutture; diversamente, ha ricevuto punteggi molto bassi per quanto concerne l’apparato burocratico, i prezzi al consumo, le leggi sulle imprese e sul mercato del lavoro.

La classifica ha fatto emergere, inoltre, dati interessanti riguardanti i Paesi del G20, i quali sono scesi in termini di successo economico, mentre la Corea è salita di cinque posizioni.

Il Governo coreano, dopo aver varato diverse riforme e politiche macroeconomiche vincenti, proseguirà il suo piano di riforme economiche di tre anni in particolar modo in quattro settori: lavoro, finanza, servizio pubblico e istruzione.

Secondo i funzionari governativi, i settori del lavoro, della finanza e dell’istruzione sono fondamentali per migliorare la competitività della Corea.

La classifica dell’IMD è comandata dagli Stati Uniti seguiti, nell’ordine, da Hong Kong, Singapore, Svizzera e Canada. Tra i Paesi dell’Asia orientale spicca la discesa del Giappone di sei posti, arrivato al 27esimo posto, mentre la Cina è salita al 22esimo posto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *