Colombia, investimenti diretti esteri in calo nei primi mesi del 2015

Gli investimenti diretti esteri (IDE) in Colombia sono scesi del 33,9% nei primi cinque mesi dell’anno 2015, rispetto all’anno precedente, secondo i dati preliminari pubblicato della banca centrale colombiana.

La Banca ha riportato che nei primi mesi del 2015 la quota di IDE è pari a 7.14 miliari di dollari, rispetto ai 10,8 miliardi dello stesso periodo dello scorso anno.
Nello specifico è stato registrato un calo degli IDE nel settore degli idrocarburi e nel settore minerario pari al 19,9% tra gennaio e maggio, con una perdita di 4.41 miliardi di dollari.

Tra le cause del calo è certamente presente il calo del greggio a livello mondiale e l’indebolimento del tasso di cambio del dollaro.

Il Fondo Monetario Internazionale ha riferito, nei giorni scorsi, che l’economia della Colombia è destinata comunque a crescere del 3,4% quest’anno; dato in calo rispetto al 4,6% registrato lo scorso anno.

Anche il settore petrolifero del Paese appare in difficoltà a causa dei problemi inerenti la sicurezza dopo i recenti attacchi ai pozzi estrattivi presenti in Colombia. L’ultimo attacco in ordine di tempo è stato quello ardito da parte del gruppo di guerriglieri FARC all’oleodotto Limón-Coveñas.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Follow by Email
Facebook
Google+
https://www.paesiemergenti.com/colombia-investimenti-diretti-esteri-in-calo-nei-primi-mesi-del-2015">
Twitter
LinkedIn