Cina-ASEAN, vicino l’ampliamento dell’accordo di libero scambio del 2010

L’ASEAN e la Cina hanno annunciato che prossimamente saranno completai i negoziati dell’accordo di libero scambio. L’annuncio è stato dato il 23 agosto durante la 47 ° sessione dell’Associazione dei ministri dell’economia delle Nazioni dell’Asia sudorientale. Nel corso della recente riunione, i ministri dei paesi ASEAN hanno incontrato il ministro cinese del Commercio, Gao Hucheng.

L’originale accordo ASEAN-Cina è stato varato nel 2010 e mira ad eliminare le tariffe di import-export ed altre barriere su oltre il 90% dei prodotti oggetto di scambi tra la Cina e gli Stati membri dell’ASEAN.

Gli obiettivi della espansione di tale accordo sono l’ulteriore riduzione delle tariffe e l’aggiunta di nuove disposizioni in materia di scambi su servizi, investimenti, cooperazione economica, procedure doganali e agevolazione degli scambi. Inoltre, i ministri hanno, inoltre, discusso circa il rafforzamento  degli scambi bilaterali e la cooperazione economica.

Nel corso degli ultimi anni, gli scambi tra l’ASEAN e la Cina sono diventati sempre più costanti per entrambe le parti. Nel 2014, il commercio tra il blocco economico del sud-est asiatico e la Cina è pari a US 480.400.000.000, con un aumento dell’8,3% rispetto all’anno precedente. Tale numero dovrebbe raggiungere 500 miliardi di dollari entro la fine di questo anno. La Cina, inoltre, rappresenta attualmente il 14,5% del totale degli scambi dell’ASEAN con il mercato internazionale.

L’ASEAN sta anche cercando di migliorare i propri accordi di libero scambio anche con il Giappone e la Corea del Sud per la fine dell’anno, al fine di far crescere i servizi della regione e dei settori di investimento. L’ASEAN ha fissato obiettivi commerciali ancora più ambiziosi per il 2020, auspicando che il suo commercio con la Cina raggiunga di un trilione di dollari, e i 200 miliardi di dollari con Giappone e Corea del Sud.

Occorre ricordare che l’ASEAN ha anche accordi di libero scambio in atto con paesi come l’Australia e la Nuova Zelanda, e sta portando avanti una serie di altre negoziazioni di accordi, come ad esempio la proposta di accordo di libero scambio UE-ASEAN. Inoltre, le singole nazioni dell’ASEAN stanno varando dei propri accordi di libero scambio, come l’accordo di libero scambio UE-Vietnam e l’accordo di libero scambio Filippine-UE (EFTA).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Follow by Email
Facebook
Google+
https://www.paesiemergenti.com/cina-asean-vicino-lampliamento-dellaccordo-di-libero-scambio-del-2010">
Twitter
LinkedIn