Vietnam, per il 2019 obiettivi socioeconomici per una crescita sostenibile

Per l’anno 2019 il Governo vietnamita ha fissato diversi obiettivi socio-economici incentrati sulla stabilità macroeconomica, la crescita, il controllo dell’inflazione, la produttività, il commercio, gli investimenti e soprattutto sulla sostenibilità della propria struttura economica.

Il Governo ha già dimostrato di essere in grado di raggiungere tali obiettivi nel 2018, registrando una crescita economica globale intorno all’8%.

Da un punto di vista più strettamente economico, il Governo ha fissato l’obiettivo del PIL 2019 tra il 6,6 e il 6,8%. Tale intervallo è destinato a garantire un equilibrio tra la crescita economica attesa e il controllo dell’inflazione, che consentirebbe al Vietnam di gestire al meglio la condizione sociale e macroeconomica.

Sul tema inflazione, analogamente al 2018, il Governo punta a mantenere l’inflazione al 4% circa per il 2019. Nel 2018, è stato raggiunto l’obiettivo con il mantenimento dell’inflazione sempre al di sotto del 4%.

Per il 2019 sicuramente il raggiungimento di questo obiettivo sarà più arduo a causa di fattori interni ed esterni. Per i primi influirà l’istruzione, l’assistenza sanitaria e l’aumento dei salari, mentre tra i fattori esterni peserà certamente il prezzo del petrolio, la guerra commerciale tra USA e Cina e l’aumento dei tassi di cambio.

Sul commercio, il Governo punta ad aumentare il suo fatturato sull’export dal 7 all’8% nel 2019, in linea con l’obiettivo del 2018. Tuttavia, è stato fissato l’obiettivo sul disavanzo commerciale al di sotto del 3%, lo medesimo obiettivo del 2018, dove il Paese ha registrato addirittura un surplus commerciale dello 0,4%.

Gli obiettivi economici, tuttavia, dovranno essere raggiunti assieme al raggiungimento degli obiettivi sociali, come la riduzione della povertà. Nel 2019, l’obiettivo è portare il tasso di povertà tra l’1 e l’1,5%, obiettivo mancato nel 2018 dove si è registrato un tasso quasi del 2%.

La riduzione della povertà passa, naturalmente, anche per il mantenimento del tasso di disoccupazione al di sotto del 4%. Nel 2018, tale l’obiettivo è stato ampiamente superato, attestandosi al 3,14%.

Tra gli obiettivi sociali c’è anche il miglioramento del benessere dei cittadini attraverso interventi mirati nel settore dell’healthcare. Innanzitutto il primo obiettivo è aumentare la percentuale della popolazione con l’assicurazione sanitaria che attualmente si attesta all’88,1%. Inoltre, saranno migliorate le strutture ospedaliere con l’aumento dei posti letto e l’acquisto di strumentazione medica all’avanguardia.

Lo sviluppo sostenibile deve tener conto obbligatoriamente dell’ambiente. Per tale motivo, nel 2018, il rapporto tra parchi industriali e zone con impianti di trattamento delle acque reflue ha raggiunto l’obiettivo dell’88%. Per il prossimo anno, il governo ha aumentato l’obiettivo di un punto percentuale, fino all’89%.

Ciò che emerge è la necessità di garantire una crescita economica costante ma sostenibile. Secondo l’Hinrich Foundation Sustainable Trade Index 2018,indice che misura la capacità dei Paesi di partecipare al sistema commerciale internazionale in modalità che supportano lo sviluppo sostenibile, il Vietnam si è classificato nono nel 2018, rispetto all’undicesimo posto del 2016. L’indice ha 24 indicatori e classifica le economie in tre ampie categorie: crescita economica, capitale sociale e protezione ambientale. Il commercio è certamente una componente importante nella crescita economica di qualsiasi paese, tuttavia, per una crescita sostenibile, lo sviluppo sociale e la protezione ambientale sono ugualmente importanti, quindi entrambe le categorie sono incluse in questo indice. Al fine di migliorare la posizione in questa speciale classifica il Vietnam deve concentrarsi su problemi quali il declino della forza lavoro dovuto all’invecchiamento della popolazione, lo sviluppo delle infrastrutture per ridurre i costi commerciali e logistici, la riduzione del tasso di deforestazione e dell’inquinamento idrico per uno sviluppo sostenibile.

Tutto ciò permetterà al Vietnam di raggiungere ancor più obiettivi economico-sociali rispetto al 2018, al fine di porre basi solide per affrontare il rallentamento economico globale e le tensioni commerciali divampate negli ultimi mesi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Follow by Email
Facebook
Google+
http://www.paesiemergenti.com/vietnam-per-il-2019-obiettivi-socioeconomici-per-una-crescita-sostenibile">
Twitter
LinkedIn