Taiwan, la nuova regina degli “Asian Tiger”

Secondo Taiwan Ratings, partner locale della società statunitense Standards & Poor’s (S&P), il PIL di Taiwan crescerà del 2% e del 2,5%, rispettivamente per quest’anno e l’anno prossimo superando quello di Singapore e di Hong Kong. Nei due anni passati, il PIL di Taiwan si trovava dietro rispetto a quello degli altri tre “Asian Tiger” (Hong Kong, Corea del Sud e Singapore). Tuttavia, Taiwan Ratings prevede che l’economia di Taiwan mostrerà dei segni di ripresa quest’anno, con la crescita reale del PIL in aumento dello 0,9% rispetto al 2016. S&P prevede, inoltre, che  Singapore e Hong Kong registreranno una crescita del PIL inferiore al 2% quest’anno, rispettivamente 1,7% e dell’1,3% , mentre la Corea del Sud avrà una crescita del 2,7%. Taiwan Ratings ha affermato che, nonostante Taiwan abbia registrato la crescita del PIL più bassa tra gli Asian Tiger nei due anni precedenti, attraverso la ripresa dell’economia statunitense e con un panorama economico delle nazioni emergenti più stabile, Taiwan migliorerà nettamente la propria performance nell’export.

Tuttavia, la crescita complessiva potrebbe rimanere frenata nei primi mesi del 2017 a causa della lenta ripresa economica cinese ed europea, oltre alla maggior competizione degli altri paesi sull’export. Un’altra fondamentale sfida che le imprese locali dovranno affrontare, è il periodo transitorio dell’economia cinese verso un modello economico basato sui servizi e guidato dal consumo locale.

 

Fonte: Ice Agenzia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Follow by Email
Facebook
Google+
http://www.paesiemergenti.com/taiwan-la-nuova-regina-degli-asian-tiger">
Twitter
LinkedIn