Europa, Romania futura guida della crescita dei Paesi dell’est

L’Istituto Nazionale di Statistica (INS) e i dati Eurostat mostrano una crescita anno su anno del PIL romeno del 3,8% nel quarto trimestre del 2015. La Romania è dietro nell’Europa centrale e orientale solo alla Repubblica Ceca e alla Slovacchia (4%) e nell’UE dalla Svezia (4,5%). Secondo Eurostat, nel 4° trimestre del 2015 il PIL è Leggi di piùEuropa, Romania futura guida della crescita dei Paesi dell’est[…]

Nigeria, presentato il piano per il 2016

Il presidente nigeriano Muhammadu Buhari ha presentato nei giorni scorsi il bilancio 2016 davanti all’Assemblea Nazionale. Si nota immediatamente la volontà del Governo nigeriano di raddoppiare gli investimenti pubblici e di portarli al 30% della spesa totale. Il presidente ha proposto l’aumento delle spese del 20% al fine di stimolare la crescita e ridurre la dipendenza dal Leggi di piùNigeria, presentato il piano per il 2016[…]

Luci e ombre sull’ASEAN dopo il rallentamento dell’economia cinese

Da un paio di anni l’ASEAN è una regione molto attraente per gli investimenti. La fine di questo anno vedrà la creazione della Comunità Economica dell’ASEAN (AEC) che creerà uno dei più grandi blocchi commerciali regionali. Tuttavia, recentemente alcune di queste economie sono state colpite da alcuni eventi, come il rallentamento dell’economia e la svalutazione Leggi di piùLuci e ombre sull’ASEAN dopo il rallentamento dell’economia cinese[…]

Myanmar, il Governo punta sugli investimenti stranieri

Mentre il Myanmar continua il proprio processo di apertura e liberalizzazione della sua economia, si sono registrati diversi cambiamenti per quanto riguarda il numero di investimenti esteri che il paese ha autorizzato. Ciò si è verificato in parte grazie al varo di nuove leggi e regolamenti che il governo ha promulgato nel tentativo di migliorare l’ambiente imprenditoriale del Paese. Al fine Leggi di piùMyanmar, il Governo punta sugli investimenti stranieri[…]

Perù, la Banca centrale rivede le stime sulla crescita economica

Secondo le ultime previsioni della Banca centrale peruviana l’economia nazionale del Perù crescerà nel 2015 del 3,1%, precisando che il dato è stato rivisto al ribasso rispetto alle precedenti stime che indicavano per l’anno in corso una crescita del 3,9% ma che, comunque, rappresenta la crescita maggiore tra tutti i paesi che formano, insieme al Perù, Leggi di piùPerù, la Banca centrale rivede le stime sulla crescita economica[…]

Kazakistan, riviste le stime sulla produzione di petrolio

Il Ministero dell’Energia kazako ha ridotto le stime sulla produzione di petrolio fino al 2020 dell’11,5%. Le nuove stime prevedono una produzione di 92 milioni di tonnellate nel 2020. La produzione di petrolio raggiungerà 77 milioni di tonnellate nel 2016 e 92 milioni di tonnellate nel 2020, rispetto ai 3,8 milioni e ai 12 milioni di tonnellate previste in Leggi di piùKazakistan, riviste le stime sulla produzione di petrolio[…]

Gli investitori stranieri puntano sullo sviluppo economico africano

Sebbene il numero di investimenti diretti esteri (IDE) è sceso dell’8,4% nel 2014, gli investimenti di capitale in Africa Sono saliti a 128 bilioni di dollari. Tali dati sono nettamente positivi per le prospettive di crescita del continente africano e si nota che gli IDE nella regione non sono solo rappresentati dalle grandi imprese ma anche Leggi di piùGli investitori stranieri puntano sullo sviluppo economico africano[…]

Banca Mondiale: la ripresa dell’export favorirà la crescita economica thailandese

Il tasso di crescita economica della Thailandia nel 2015 sarà del 3,5% rispetto allo 0,9% dello scorso anno, secondo le ultime previsioni fornite della Banca Mondiale. Il Direttore della Banca Mondiale per la zona del Sudest asiatico, Urich Zakao, ha affermato recentemente che gli unici fattori attribuibili a tale crescita sono il calo del prezzo Leggi di piùBanca Mondiale: la ripresa dell’export favorirà la crescita economica thailandese[…]

Kenya, FMI rivede le stime sulla crescita economica

Il Fondo Monetario Internazionale (FMI) ha rivisto le stime di crescita dell’economia del Kenia ad un 6,5% per quest’anno, abbassando la stima precedente del 6,9%. La più grande economia dell’Africa orientale presenta prospettive di crescita nonostante la serie di sfide che ha dovuto affrontate nel corso dell’anno passato, compresi gli attacchi dei terroristi somali, che hanno messo in fuga Leggi di piùKenya, FMI rivede le stime sulla crescita economica[…]