Singapore, la patria della tecnologia finanziaria lancia la FinTech Fast Track

[amazon_link asins=’8892111159,8820384884,1119226988,6202449659′ template=’ProductCarousel’ store=’paesiemergent.21′ marketplace=’IT’ link_id=’5b93746e-7215-11e8-b46a-83620c781e54′]

Nelle scorse settimane, l’Intellectual Property Office di Singapore (IPOS) ha varato una nuova iniziativa (Fast Track) di tecnologia finanziaria (FinTech) che prevede un processo accelerato e semplificato per tutte le richieste di brevetto riguardanti le innovazioni di questo settore. Nell’ambito di tale iniziativa, i brevetti FinTech saranno concessi agli investitori entro sei mesi, rispetto ai due anni per le normali applicazioni.

L’iniziativa mira a supportare la crescente domanda di soluzioni FinTech a Singapore e aiuta le startup a condurre le loro innovazioni sul mercato in modo certamente più rapido. Ha lo scopo di aiutare le nuove iniziative di sviluppo FinTech di Singapore a competere efficacemente, attraverso la tutela della proprietà intellettuale, utilizzando tali risorse per espandersi ed entrare nel mercato mondiale.
Secondo le linee guida rilasciate dall’IPOS sulle invenzioni FinTech, tutte le tecnologie che utilizzano blockchain saranno agevolate e sarà migliorata la sicurezza e l’efficienza della compensazione e del regolamento transfrontaliero per tutte le transazioni e i pagamenti che rientrano nella categoria FinTech. Altri settori ammissibili all’iniziativa Fast Track comprendono la tecnologia assicurativa, i pagamenti elettronici, gli investimenti, la sicurezza, il rilevamento delle frodi e l’autenticazione digitale. L’iniziativa Fast Track è disponibile anche per le invenzioni che prevedono due diligence alternative, scambi virtuali e contratti intelligenti.

Singapore è uno dei migliori hub FinTech a livello mondiale, con un’infrastruttura e una connettività di livello superiore. L’infrastruttura in fibra ad altissima velocità corre in tutta la nazione, mentre la penetrazione degli abbonamenti per dispositivi mobili supera il 100%, fattori che sono fondamentali per la crescita del settore FinTech. Inoltre, il Paese è sicuramente tra i mercati finanziari maggiormente in crescita nel sud-est asiatico, rendendolo un banco di prova ideale per gli innovatori di FinTech che cercano di sfruttare le opportunità regionali attualmente concesse.

Secondo una recente indagine di Deloitte, colosso mondiale dei servizi di consulenza, Singapore e Londra sono le migliori città al mondo in cui sviluppare imprese FinTech, prendendo in considerazione un database di 44 hub sparsi in altrettanti poli tecnologici in giro per il mondo. Osservando che i criteri selezionati per l’indagine sono capacità di fare impresa (doing business), competitività finanziaria, innovazione e business environment, il risultato non può sorprendere. Per quanto riguarda soprattutto Singapore, lo sviluppo del settore dei servizi degli ultimi anni ha condotto ad una rapida ascesa del FinTEch.

Occorre osservare, infine, che la posizione strategica di Singapore (considerata da molti esperti come la porta dell’Asia”) le permette di essere luogo di incontro per moltissime aziende straniere che necessitano di una tecnologia finanziaria all’avanguardia per concludere scambi e operazioni in breve tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *