Rivoluzione e prospettive dell’economia digitale del Sud-Est Asiatico

Attualmente, L’ASEAN è il mercato digitale che registra la più rapida crescita al mondo. Con 125.000 nuovi utenti che sbarcano su Internet ogni giorno, l’economia digitale dell’ASEAN è destinata a crescere in modo significativo, aggiungendo un valore stimato ad 1 trilione di dollari al PIL regionale entro i prossimi dieci anni. Tuttavia, diversi ostacoli significativi frenano la realizzazione di tale potenziale. L’ASEAN, a tal proposito, ha varato importanti misure e programmi politici tra cui il piano AEC 2025, il piano direttivo sulla connettività ASEAN 2025 e l’accordo quadro e-ASEAN, al fine di superare questi ostacoli.

Il World Economic Forum assieme all’Organizzazione internazionale per la cooperazione pubblico-privata, sta conducendo importanti iniziative a livello globale per creare politiche, protocolli e programmi in grado di sviluppare una vera e propria economia digitale. L’obiettivo dell’ASEAN e delle istituzioni citate è costruire un ecosistema digitale che sia sostenibile, inclusivo ed affidabile, oltre a favorire la quarta rivoluzione industriale.

Le opportunità di sviluppo  sono troppo importanti per essere fermate dagli ostacoli attuali. Secondo le previsioni di Google e Temasek Holdings, il mercato digitale del Sud-Est Asiatico avrebbe raggiunto i 50 miliardi di dollari nel 2017 e potrebbe superare i 200 miliardi di dollari entro il 2025. All’interno di tal mercato, l’e-commerce potrebbe salire a 88 miliardi di dollari, entro il 2025, dai 10,9 miliardi di dollari registrati nel 2017 e dai 5,5 miliardi del 2015.

Singapore, avendo assunto la presidenza ASEAN per il 2018, ha concentrato i propri sforzi sull’e-commerce e sull’economia digitale al fine di aiutare le imprese regionali a crescere. Sono stati snelliti diversi regolamenti sul commercio elettronico locale, facilitando lo scambio delle merci. Tale strategia end-to-end che consente ai canali digitali e fisici di promuovere l’e-commerce ha il potenziale di aprire nuovi mercati alle aziende locali e straniere. E’ stato anche lanciato un programma destinato a creare una connettività unica per l’ASEAN, in modo da agevolare l’integrazione fra le 10 Nazioni che ve ne fanno parte.

Non c’è momento migliore di adesso per puntare sull’economia digitale dell’ASEAN. La crescente classe media, il crescente bacino di consumatori, una maggiore accessibilità ad Internet e l’aumento della fiducia nei sistemi di pagamento digitali, offrono opportunità irripetibili per tutte le aziende che operano in tale settore.

Si auspica una collaborazione tra i governi e le imprese al fine di costruire un’economia digitale solida ed inclusiva. Ci sono alcuni passaggi chiave che, se raggiunti, garantiranno gli obiettivi prefissati:

  • una dorsale digitale integrata: l’impegno politico e lo sforzo coordinato sono fondamentali per lo sviluppo dell’infrastruttura digitale. Leggi e regolamenti sul digitale e una struttura politica regionale per la condivisione dei dati, per la tutela della privacy online e per la sicurezza informatica sono fondamentali per lo sviluppo della connettività digitale. Quando le informazioni possono fluire senza problemi attraverso i data center e le piattaforme di pagamento digitali, e le merci vengono trasferite in modo efficiente dai magazzini agli hub di distribuzione, è possibile creare un vero ecosistema sostenibile del commercio digitale.
  • Un progetto di partnership: il passaggio al digitale non è un’attività da fare autonomamente, ma un’integrazione tra diversi partner per creare una customer experience esclusiva ed avvincente. Quando si sviluppa un piano digitale, le aziende devono necessariamente prendere in considerazione partnership con i fornitori dei servizi digitali emergenti per aumentare i propri sforzi. Queste collaborazioni possono aiutare le piccole e medie imprese a penetrare in nuovi mercati, oltre a consentire alle aziende consolidate di essere più agili; e lo stesso dovranno fare i Governi del blocco ASEAN, creare partnership con aziende private del digital per assicurarsi un’economia digitale all’avanguardia e sostenibile.
  • Una responsabilità comune in materia di sicurezza digitale e prevenzione della criminalità: l’aumento delle transazioni digitali cambierà anche la natura dei rischi. Man mano che le attività del commercio elettronico aumenteranno, potranno verificarsi ulteriori casi di uso fraudolento nelle reti di pagamento. Le banche dovranno proteggere i clienti da possibili atti illeciti da parte dei loro partner e fornitori di servizi. Poiché le informazioni online si spostano più facilmente e velocemente, i partecipanti al sistema dei pagamenti digitali come banche, commercianti e distributori dovranno condividere una responsabilità comune nella salvaguardia del flusso di dati e nella difesa contro il crimine informatico.
  • Una strategia di trasformazione della forza lavoro: l’evoluzione digitale sta avanzando ad una velocità determinata dagli innovatori e dalla domanda dei consumatori. Il ritmo accelerato dell’adozione di nuove tecnologie ridefinirà, inevitabilmente, anche la forza lavoro. Al fine di realizzare il pieno potenziale dell’economia digitale, è auspicabile sia attirare i talenti del digital quanto addestrare i lavoratori “tradizionali” a fare il lavoro di domani. Per posizionare con successo la forza lavoro, i Governi e le imprese dovranno anche unire le proprie forze ed aiutare i lavoratori ad affrontare nei cambiamenti. E’ consigliabile, tuttavia, rinnovare la formazione sui lavoratori già presenti piuttosto che sostituire i dipendenti, al fine di garantire una continuità tra il passato ed il futuro.

Certamente, nel blocco ASEAN,  Singapore avrà un ruolo fondamentale nella costruzione dell’economia digitale della regione, essendo tra i primi Paesi al mondo in tale settore. I Governi locali dovranno, invece, aiutare tale sviluppo con la costruzione di infrastrutture adeguate e regolamenti realmente vicini al mondo digitale, facendosi coadiuvare dalle imprese private del settore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Follow by Email
Facebook
Google+
http://www.paesiemergenti.com/rivoluzione-e-prospettive-delleconomia-digitale-del-sud-est-asiatico">
Twitter
LinkedIn