Myanmar, entro la fine del 2015 sarà varata la nuova legge sugli investimenti stranieri

Il Myanmar,a partire dall’inizio del periodo di transizione democratica, sta lavorando alacremente al fine di revisionare la maggior parte delle leggi esistenti, che appaiono ancora troppo rudimentali per sostenente il sempre più prossimo sviluppo economico. Attualmente, il Governo del Myanmar è impegnato a revisionare la legge in materia di investimenti nazionali ed esteri. In particolare, la nuova legge sugli investimenti stranieri, che dovrebbe essere varata entro la fine del 2015, andrebbe a sostituire la precedente normativa del 2012.
La nuova legge, attualmente redatta solo in bozza e reperibile presso il sito internet del Directorate of Investment and Companies Administration (http://dica.gov.mm.x-aas.net), ha l’obiettivo di modernizzare e alleggerire il sistema burocratico che gestisce gli investimenti stranieri e di fornire indicazioni più e adeguate agli investitori che intendono affacciarsi sul nuovo mercato birmano.
I punti principali interessati dalla revisione della vecchia legge sugli investimenti comprenderanno:
– possibilità per stranieri permanentemente residenti nel Paese di divenire investitori locali;
– facoltà di affittare terreni per periodi medio-lunghi, per un massimo di 70 anni;
– diritto di rimpatriare i profitti aziendali liberamente;
– liberalizzazione di alcuni settori industriali, ritenuti strategici (vedi tabella comparativa contenuta nella “Notification No. 49/2014” reperibile presso l’indirizzo di pagina web della DICA sopra indicato);
– parità di trattamento degli investitori locali e stranieri;
– abolizione dell’obbligo di assunzione di determinate percentuali di impiegati specializzati di nazionalità birmana;
– possibilità di adire fori internazionali per le controversie tra enti pubblici locali ed investitori stranieri.
Il Governo, al fine di dimostrare la propria disponibilita’ nel favorire una politica sugli investimenti stranieri aperta e trasparente, per la prima volta ha invitato l’imprenditoria locale e straniera operante in Myanmar ad inviare suggerimenti e commenti sulla bozza di legge recentemente pubblicata, presso il seguente indirizzo di posta elettronica: policylegal.dica@gmail.com entro il 30 aprile p.v..
Tale legge si instaura in un programma economico più complesso, avviato dal Governo nel 2011, che ha già portato al riassetto del Myanmar Investment Committee (MIC).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Follow by Email
Facebook
Google+
http://www.paesiemergenti.com/myanmar-entro-la-fine-del-2015-sara-varate-la-nuova-legge-sugli-investimenti-stranieri">
Twitter
LinkedIn