Myanmar, approvata la nuova legge sugli investimenti

La Myanmar Investment Commission (MIC) ha recentemente annunciato che la nuova Legge sugli Investimenti del Paese entrerà in vigore a partire da aprile 2017. La nuova legge per gli investimenti, approvata dalla camera bassa del Myanmar il 28 settembre e dalla camera alta il 5 ottobre, è stata firmata dal presidente Htin Kyaw il 18 ottobre rappresentando un’ulteriore liberalizzazione per gli investimenti stranieri in un Paese dove si registra una rapida evoluzione del business environment.

Mentre il contenuto esatto della nuova legge devono ancora essere perfezionato, molte delle sue caratteristiche principali sono già emerse. La nuove legge sugli investimenti abolisce la distinzione fra investimenti locali e stranieri, garantendo parità di diritti e di agevolazioni a prescindere dalla nazionalità dell’investitore.

E’ stato, inoltre, varato un nuovo processo di approvazione presso il MIC, che prevede nuovi incentivi fiscali. Nonostante una situazione politica ancora per certi versi transitoria ed un sistema normativo ancora rudimentale, la nuova legge sugli investimenti riflette il costante impegno del Myanmar nell’attrarre investimenti diretti esteri.

Come riferito, la legge sugli investimenti ha stabilito un unico processo di approvazione sia per gli investimenti nazionali che esteri. Ci saranno due procedure per l’approvazione degli investimenti: la prima prevede l’espressa approvazione del MIC in tutti quei casi in cui l’investimento riguarda un settore strategico per il Governo, oppure sia al di sopra di una determinata soglia di capitale o possa compromettere l’equilibrio ambientale. In tali casi il MIC esaminerà la proposta, e se ritenuto vantaggioso per gli interessi del Paese, l’investimento sarà avallato.

Tutti gli altri tipi di investimento non richiedono un’approvazione del MIC, a meno che gli investitori non intendano beneficiare di incentivi fiscali. Il MIC esaminerà la domanda e l’approverà dopo aver verificato che l’investimento sia conforme alle leggi e ai regolamenti in materia. Ulteriori indicazioni sullo svolgimento del procedimento di fronte al MIC saranno specificate nei prossimi mesi; certamente, ciò che già emerge, è che l’iter di approvazione è stato snellito e semplificato.

Oltre a un processo di approvazione rinnovata, la legge di investimento permette al governo di manovrare gli investimenti esteri attraverso l’utilizzo di incentivi fiscali, cercando di sviluppare maggiormente le industrie strategiche e le regioni sottosviluppate. Le aree meno sviluppate del Myanmar saranno classificate come “Zona 1” e sono previste esenzioni dall’imposta sul reddito fino a sette anni. La “Zona 2” si riferisce ad aree in una fase centrale di sviluppo, che garantiscono esenzioni fino a cinque anni. Le aree più sviluppate sono nella “Zona 3”, e hanno esenzioni fiscali della durata massima di tre anni. Inoltre, il Governo può offrire incentivi fiscali in settori considerati strategici, che tendono ad impiegare una consistente forza lavoro, come la produzione, lo sviluppo delle infrastrutture, l’agricoltura e la trasformazione di prodotti alimentari.

Per incoraggiare ulteriormente gli investimenti, il Governo sta offrendo anche agevolazioni per quanto riguarda l’affitto dei terreni e il diritto di superficie. Con l’entrata in vigore della nuova legge, inoltre, gli investitori stranieri saranno in grado di affittare la terra direttamente dai proprietari privati ​​e potenzialmente più a lungo rispetto allo standard di 50 anni, con la possibilità di rinnovo per ulteriori 20 anni nelle regioni non sviluppate. Consentendo agli investitori stranieri di affittare la terra nelle regioni meno sviluppate per un periodo decisamente lungo, essi hanno la certezza di poter progettare anche progetti a lungo termine, soprattutto in quelle regione dove manca ancora uno sviluppo adeguato delle  infrastrutture.

Occorre, infine, sottolineare che la nuova legge sugli investimenti si applicherà esclusivamente ai nuovi investimenti e non anche a quelli preesistenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Follow by Email
Facebook
Google+
http://www.paesiemergenti.com/myanmar-approvata-la-nuova-legge-sugli-investimenti">
Twitter
LinkedIn