Mozambico, apertura al turismo per diversificare l’economia

Sono stati 1,6 milioni i turisti che hanno visitato il Mozambico nel 2015, generando un afflusso di 193 milioni di dollari. I dati, che segnano un significativo miglioramento rispetto agli anni passati, sono stati evidenziati dal presidente mozambicano Filipe Nyusi a Pechino, durante la prima Conferenza mondiale sullo sviluppo del turismo, svoltasi il 24 maggio scorso nella capitale cinese. Sebbene gli indicatori siano positivi, sono lontani dal potenziale che il Mozambico può offrire; pertanto, il preside invitando gli investitori a venire nel suo Paese. Per questo, Nyusi ha precisato che il governo ha semplificato le procedure per l’ottenimento delle licenze e inserito incentivi per attirare gli operatori stranieri. “In un periodo di recessione, caratterizzato dal calo dei prezzi delle materie prime, e da una contrazione degli investimenti nel settore minerario, il turismo può essere una valida alternativa” ha sottolineato il presidente.

Il Mozambico, dopo aver registrato diverse performance negative, necessita di diversificare la propria economia agevolando l’accesso alla terra e all’elettricità. Secondo il Fondo monetario internazionale, il Mozambico deve cercare di diversificare l’economia per esportare di più e ridurre la dipendenza dalle importazioni. L’industria estrattiva è un settore, ma l’agricoltura, il turismo, l’energia e i trasporti rappresentano un”opportunità di generare una crescita più inclusiva.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Follow by Email
Facebook
Google+
http://www.paesiemergenti.com/mozambico-apertura-al-turismo-per-diversificare-leconomia">
Twitter
LinkedIn