Indonesia, nuove misure per aumentare la produzione di gas

La produzione di gas naturale in Indonesia non riesce a soddisfare la domanda di mercato ed è previsto che entro il 2030 il paese diventerà importatore netto di gas. Secondo le statistiche dell’azienda parastatale Pertamina, il deficit arriverà presto a 4.07 milioni di piedi cubici (mmscfd): la richesta maggiore arriva dall’azienda distributrice di energia elettrica PLN, ma oltre a questa ci sarà un aumento della richesta anche da parte di altre aziende, con un aumento annuo del 7% tra il 2015 e il 2025.

L’Indonesia non e’ l’unico paese che soffrirà del deficit di gas naturale. Secondo il Direttore del Dipartimento di gas ed energia rinnovabile della Pertamina, Yenni Andayani, tutti i paesi del Sud-Est asiatico diverranno importatori netti di gas poiché la domanda aumenterà di 200 miliardi di metri cubi ed i produttori non riusciranno a soddisfare la domanda di mercato.

I paesi del blocco ASEAN dovranno sviluppare entro il 2030 infrastrutture di rigassificazione per una capacita’ di circa 75 milioni di tonnellate all’anno (mtpa). Secondo Andayani, l’Indonesia dovrà essere pronta e più aggressiva nell’affontare la competizione dei paesi vicini anche a seguito dello sviluppo del settore in Thailandia, Vietnam e Filippine.

Ad oggi l’Indonesia ha due floating and storage regasification units (FSRU) ed un terminale on shore di lavorazione del gas naturale liquefatto nelle zone di Java Ovest e di Lampung, con una capacita’ di produzione totale di 8.7 milioni di tonnellate annue.

Le altre due FSRU nella zona di Banten e Java Centrale dovrebbero iniziare la produzione rispettivamente nel 2019 e 2022, raggiungendo un totale di 6.7 milioni di tonnellate annue.

Il target del Ministero dell’Energia e delle Risorse Minerarie è quello di aumentare la rete nazionale di gasdotti per arrivare ad un totale di 27.273 km nel 2025 tuttavia, a discapito dei grandi sforzi compiuti dal Governo, i costi del gas in Indonesia sono ancora troppo alti, causa questa del poco consumo interno di gas.

Tra le cause di prezzi così elevati vi sono gli importanti investimenti effettuati nella tecnologia e nella lunga catena di produzione e lavorazione. Ad esempio, il gas che proviene da Papua, regione all’estremo est dell’arcipelago, viene trasformato in LNG nella regione di Aceh, che si trova invece nella zona occidentale del Paese, comportando un sensibile aumento del costo.

 

Fonte: Info Mercati Esteri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Follow by Email
Facebook
Google+
http://www.paesiemergenti.com/indonesia-nuove-misure-per-aumentare-la-produzione-di-gas">
Twitter
LinkedIn