Fondo Monetario Internazionale: Myanmar attento a spesa pubblica e inflazione

Il Fondo Monetario Internazionale (FMI) ha previsto una crescita economica del Myanmar pari all’8,5%. Tuttavia c’è una crescente preoccupazione per ciò che riguarda l’inflazione ed il deficit pubblico.

Secondo l’FMI, Il Myanmar al fine di mantenere tale crescita dovrà intervenire sulla spesa pubblica e sul sistema tributario, che mal si adatta allo sviluppo economico che sta interessando il Paese negli ultimi anni. E’ necessaria una riforma che introduca maggiori tasse sui servizi del settore dell’informazione e del commercio, oltre ad una ristrutturazione dell’apparato burocratico che gestisce le entrate statali. Il sistema di riscossione delle imposte risulta essere scarso, manca totalmente una raccolta sistemica delle imposte.

Al fine di mantenere un cambio stabile saranno aumentati i poteri della Banca Centrale del Myanmar che avrà maggiore potere di controllo anche sul bilancio statale.

Secondo l’FMI, infine, il tasso di inflazione del Myanmar ha superato l’8% nel mese di maggio ed è un dato che preoccupa notevolmente considerata la poco incisività delle politiche volte a controllare l’inflazione entro determinati limiti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Follow by Email
Facebook
Google+
http://www.paesiemergenti.com/fondo-monetario-internazionale-myanmar-attento-a-spesa-pubblica-e-inflazione">
Twitter
LinkedIn